L' Argento

Stefania Catene d'argento

Nella mia esperienza mi è capitato più volte di vedere la titubanza negli occhi dei miei clienti che si avvicinano all’acquisto di monili in argento.
La domanda che mi viene posta più frequentemente è: ma non diventa nero con il tempo?
La mia risposta è sempre la stessa; dipende dall’uso che se ne fa dell’oggetto e dalla cura che vi si ripone!
L’argento è un metallo che, se esposto ad agenti chimici o in caso di una scorretta manutenzione, può ossidarsi cambiando colore o opacizzarsi mostrando delle antiestetiche patine bianche.

Creme, profumi, lacche per capelli e prodotti a base di alcool possono esser deleteri per il nostro argento.
Per questo, bisognerebbe indossare i nostri gioielli solo dopo aver appurato che, la nostra pelle, abbia assorbito l’eccesso dei prodotti cosmetici.

Un componente che, molto spesso, incide gravemente sull’oggetto in argento è il nostro sudore quando si ha un PH della pelle particolarmente acido. Purtroppo, per questa tipologia di “problema” l’unica soluzione che consiglio è quella d’indossare i gioielli sopra i vestiti non mettendoli, quindi, a diretto contatto con la pelle.
La cosa che ci può rincuorare è che, l’argento, si può pulire o riargentare, questo permetterà ai nostri gioielli di tornare come nuovi.

Nel caso in cui, prodotti particolarmente abrasivi abbiano già corroso l’argento, sarà impossibile applicare qualsiasi tipo di trattamento, perfino la riargentatura. Questo avviene principalmente quando si prova a pulire l’oggetto con metodi casalinghi di dubbia riuscita.
Il nostro consiglio, è sempre quello di rivolgervi al vostro gioielliere di fiducia che saprà valutare al meglio cosa è giusto fare per i vostri gioielli. A volte basta semplicemente un panno professionale specifico per argento, altre volte potrebbe servire l’intervento dell’orafo.

CONSIGLI PER UN CORRETTO UTILIZZO:

– l’argento è un metallo molto morbido e delicato, per questo, facilmente graffiabile. Consiglio quindi, di riporlo in apposite bustine o astucci che possano dividere gli oggetti evitando quindi il contatto tra loro;

– prima di riporre i vostri gioielli puliteli con un panno morbido leggermente inumidito d’acqua, assicurandovi che siano completamente asciutti;

– se vi trovate in una splendida località termale, evitate di immergervi con i vostri gioielli perchè, una volta finito il relax, potreste ritrovare, sul vostro oggetto, una spiacevole sorpresa in quanto esso si potrà essere ossidato a contatto con lo zolfo;
– se andate al mare e, non volete rinunciare ai vostri gioielli in argento, niente paura l’importante è sciacquarli con abbondante acqua dolce una volta tornate a casa ed evitare il contatto diretto con creme solari o simili;
– se gli oggetti in questione sono dorati o rosé prestate più attenzione perchè, ricordiamo, è un rodio che viene applicato e quindi potrebbe andare via più facilmente con l’utilizzo giornaliero;
Se siete stati attenti e, se avete avuto rispetto dei nostri gioielli ma sono comunque diventati scuri, ricordiamo che, l’argento 925, è composto da un 92,5% d’argento e un 7,5% di altri metalli tra i quali il rame che è il principale colpevole dell’ossidazione dei nostri oggetti.
Avendo cura e, prestando queste piccole attenzioni, l’argento non ci deluderà mai permettendoci di sfoggiare al meglio i nostri gioielli.

[yop_poll id="2"]